I vini di Rocca delle Macìe secondo Ernesto Gentili

Anche quest’anno gli assaggi dei vini di Rocca delle Macie (cliccate sul link, il sito aziendale è davvero ben fatto) hanno manifestato valori alti e diffusi su tutta la gamma. E se non sorprende l’ottima performance della Gran Selezione Sergio Zingarelli, merita la giusta attenzione quella del Roccato, un tempo unico vino di punta delle “Macìe”, che con la versione 2016 dimostra di non aver nessuna intenzione di abdicare così facilmente in favore della sempre più agguerrita pattuglia dei Chianti Classico proposti dall’azienda di Castellina in Chianti.

Chianti Classico Docg Gran Selezione Sergio Zingarelli 2016
ampio e intenso, è ricco, grasso e pieno, progressivo nello sviluppo, lungo nel finale dove affiora ancora un pizzico di rovere. Ancora giovane, potrà esprimersi nel tempo con maggiore complessità ma è già molto godibile. 91/100

Toscana Cabernet Sauvignon Igt Roccato 2016
intenso e maturo nel colore, profuma di amarene, ribes e spezie fresche; in bocca è preciso, calibrato, energico nel finale con tannini ben integrati nella struttura. Ottimo. 91/100

Chianti Classico Docg Riserva Sergioveto 2016
intenso, maturo, vigoroso senza eccessi, ben registrato sul piano tannico, è sapido e contrastato nel finale. Nell’ampia gamma di etichette prodotte è il vino che esprime probabilmente il carattere territoriale più compiuto. 90/100

Chianti Classico Docg Riserva Famiglia Zingarelli 2017
note terrose e insieme fruttate, mostra intensità, una polpa carnosa a centro bocca, un finale coerente, sapido, di media espansione. 89/100

Chianti Classico Docg Famiglia Zingarelli 2018
di media struttura, è pulito, ben fatto, un po’ tannico nel finale ma gradevole. 86/100

[fonte: www.ernestogentili.it]

Print Friendly, PDF & Email