Beviamoci Sud a Roma 14-15 maggio 2022

Dopo più di due anni finalmente si riaprono le porte di uno degli eventi enogastronomici più attesi della Capitale: Beviamoci Sud a Roma!

Il 14 e 15 maggio, a Roma, l’agenzia Riserva Grande, in collaborazione con Andrea Petrini, blogger di Percorsi di Vino, e con il giornalista Luciano Pignataro, promuovono la quarta edizione dell’evento dedicato ai grandi vini del Sud Italia.

Il Sud Italia è un’area ricchissima di vitigni nativi, terroir diversi, climi e tradizioni vinicole ben distinte, che vanta una predilezione naturale per la coltivazione di vitigni autoctoni da sempre, come Nero d’Avola, Gaglioppo, Maglioppo, Cesanese, Greco Bianco, Primitivo, Aglianico, Nerello Mascalese, Cannonau, Malvasia Puntinata, Susumaniello, Bombino, Carricante, il Fiano, la Falanghina, solo per citarne alcuni.
Territori da considerarsi per la viticoltura a pieno titolo “felix”, pur con le dovute differenze, sin dall’antichità più remota, grazie all’estrema vocazione di suoli, pedoclima e posizione geografica.

Date e orari:
sabato 14 maggio – dalle 14 alle 20
domenica 15 maggio 2022 – dalle 11 alle 19

Location:
Hotel Villa Pamphili, via della Nocetta, 105 – 00164 – Roma

TICKET E PRENOTAZIONI:
Ingresso alla manifestazione (non occorre prenotazione):
il biglietto potrà essere acquistato con le seguenti modalità
–      all’ingresso della manifestazione a 25 €
–      online, al seguente link: https://bit.ly/3qjJfTw, a 20 €
Convenzioni:
-Sommelier: 20€ (Previa dimostrazione con tesserino valido anno corrente)
-Fidelity Card Riserva Grande: 20€
All’ingresso verrà fornita una tasca porta bicchiere e sarà richiesta una cauzione di 5 euro per la consegna del bicchiere da degustazione, che sarà restituita alla riconsegna del bicchiere.

OPERATORI DEL SETTORE
Possono accedere all’evento solo mediante registrazione tramite e-mail: accrediti@beviamocisudroma.it.
La richiesta deve pervenire entro e non oltre il 12 maggio alle ore 14:00. L’accredito deve essere confermato tramite risposta da parte dell’organizzazione. Può essere richiesto SOLO un posto per ogni testata\blog.

BANCHI DI ASSAGGIO, SEMINARI E LABORATORI

Programma sabato 14 maggio
Ore 14:00 – Apertura banchi di assaggio
Ore 14:15 – Seminario Assovini Sicilia a cura del Master of Wine Gabriele Gorelli (su invito)
Ore 16:30 – Seminario Assovini Sicilia a cura del Master of Wine Gabriele Gorelli (su invito)
Ore 20:00 – Chiusura banchi di assaggio

Domenica 15 maggio 2022
Ore 11.00
 Apertura banchi di assaggio
Ore 12.00 Seminario: Lectio magistralis sull’uso dei lieviti nella storia del vino italiano Con Giancarlo Moschetti,  Ordinario di Microbiologia Enologica e Accademico della Vite del Vino, parleremo dell’evoluzione sull’uso dei lieviti dal dopoguerra fino ai giorni d’oggi con lo scopo di spazzar via molte fake news sui c.d. “vini naturali”. Al termine della lezione vi sarà una degustazione, a sorpresa, per testare l’influenza del lievito su una stessa tipologia di vino.
Costo: 35€ comprensivo di ingresso alle sale di degustazione
Iscrizione obbligatoria: info@beviamocisudroma.it

Ore 15.00 Seminario: Verticale Storica di Aglianico del Vulture “La Firma” di Cantine del Notaio.
A cura di Gerardo Giuratrabocchetti, deus ex machina di Cantine del Notaio, e di Luciano Pignataro. Andremo alla scoperta del territorio del Vulture e del suo vitigno principe: l’Aglianico. La Firma (100% Aglianico) è un vino sontuoso nato da uve vendemmiate tardivamente, la cui evoluzione nel tempo andremo a scoprire grazie a questa verticale storica di sei annate:
La Firma 2001, 2003, 2005, 2013, 2014, 2015.
Costo: 35€ comprensivo di ingresso alle sale di degustazione
Iscrizione obbligatoria: info@beviamocisudroma.it

Ore 17.30 Seminario: L’Associazione Mamojá e il grande Cannonau di Sardegna.
Mamojà nasce nel 2015, come unione di viticoltori mamoiadini che condividono un grande obiettivo: produrre un Cannonau di altissima qualità, che richiami al gusto e all’olfatto i sapori tipici del territorio di Mamoiada che vanta vigne che variano dai 700 agli 800 metri di altezza. Assieme a Giovanni Ladu, presidente dell’Associazione, presenteremo alla stampa e al pubblico romano il loro progetto con una degustazione imperdibile di Cannonau “di montagna”!
Costo: 35€ comprensivo di ingresso alle sale di degustazione
Iscrizione obbligatoria: info@beviamocisudroma.it

Ore 19.00 Chiusura dei banchi di assaggio 

LISTA AZIENDE PARTECIPANTI

Lazio
Antica Tenuta Palombo
Castel De Paolis
Castelli Romani Food & Wine:
Amor Vitae
Artico
Cantina Raparelli
Cifero
Erede dei Papi
Merumalia
Tenuta Santi Apostoli
Villa Simone
L’Avventura
Poggio alla Meta
SanVitis
Vignaioli in Grottaferrata:
Agricoltura Capodarco
Cantina Emanuele Ranchella
Gabriele Magno Vino
La Torretta Bio
Villa Cavalletti
Vini Raimondo

Campania
Azienda Pietro Moschetti
Consorzio di tutela dei vini del Sannio:
Az. Agricola Fontanavecchia
Az. Agricola Mustilli
Cantina del Taburno
Cantina Sociale di Solopaca
Cantine Iannella
Cantine Tora
Euvitis 21
Fontana Reale
La Fortezza
La Guardiense
La Vinicola del Titerno
Lauranti
Massseria A Canc’llera
Tenuta Sant’Agostino
Torre del Pagus
Fattoria La Rivolta
Fattoria Selvanova
Feudi di San Gregorio
Nifo Sarrapocchiello
Passo delle Tortore
Petrillo
San Salvatore
Tenuta Scuotto
Vadiaperti
Verrone
Villa Dora
Villa Matilde
Villa Raiano

Molise
Consorzio di Tutela della Tintilia del Molise

Puglia
Antica Masseria Jorche
Cantina Attanasio
Cantine Spelonga
Cantine Torrevento
Conti Zecca
Giovanni Aiello – Enologo per Amore
Jorche
Lasorte Cuadra
Menhir Salento
Vini Garofano
Basilicata
Basilisco
Cantine del Notaio
Cantine Taverna
Tenuta I Gelsi
Vitis in Vulture

Calabria
Cantina Masicei
Casa Comerci
Librandi
Ippolito 1845
Marchisa Vini
Origine & Identità
Tenuta del Travale

Sicilia
Banco collettivo Assovini Sicilia
Cantine Gurrieri
Cantine Scudero
Zumbo

Sardegna
Associazione Mamojà

Per info e comunicazioni:
Saula Giusto Responsabile Ufficio Stampa, Comunicazioni e Relazioni Pubbliche tel. 3932854426 info@romawinexperience.com saulagiusto@gmail.com

Print Friendly, PDF & Email
Previous articleSostain, la via siciliana alla sostenibilità
Next articleTornano le Olimpiadi della Vera Pizza Napoletana