Bererosa, viaggio nel magico mondo dei rosati

Il 4 luglio a Roma in Villa Appia Antica, sessanta aziende vitivinicole da tutto il Paese, per oltre duecento vini in assaggio.
Un percorso speciale alla scoperta del vino più di tendenza del momento

Attuale, trasversale, versatile. Basterebbero questi tre aggettivi per raccontare l’evoluzione che il vino en rose ha vissuto in questi ultimi anni. Un fenomeno di costume che trova in Bererosa il suo ideale palcoscenico. Giunta alla sua tredicesima edizione, la manifestazione ideata e curata dalla rivista Cucina&Vini si conferma come uno degli appuntamenti più attesi dai winelover romani e non solo, forte anche di una location di grande impatto con i suggestivi spazi aperti di Villa Appia Antica, tra alberi secolari e rovine del tratto urbano della Regina viarum, a fare da sfondo a un percorso attraverso 60 cantine e oltre 200 vini in degustazione, tra fermi e mossi. Una giornata, quella di giovedì 4 luglio (dalle 17.00 alle 23.00) che consentirà di approfondire la conoscenza di un vino che lentamente, ma senza indugio, continua nella sua crescita, in controtendenza rispetto alle contrazioni di consumi dei vini rossi.

Un recente studio pubblicato da Oiv – racconta Francesco D’Agostino, Direttore di Cucina & Vini – analizza la produzione e i consumi mondiali dei vini in funzione del colore e che ci racconta, numeri alla mano, come i rosati proseguono nella loro costante progressione che in venti anni li ha portati a crescere da poco più di 16 milioni di ettolitri a quasi 21 milioni.  Nello stesso periodo il vino rosso ha perso la bellezza del 25%, arrivando a circa 110 milioni di ettolitri nel 2021, mentre il bianco si attesta sul risultato di venti anni fa, 130 milioni di ettolitri, grazie soprattutto alla forte spinta dei vini spumanti. Evidente come nella sua crescita il vino rosa stia portando via quote di mercato al vino rosso, riuscendo a incontrare un gradimento senza condizionamenti e, soprattutto, un interesse generalizzato che coinvolge anche il pubblico più giovane”. 

Come ogni anno, Bererosa si svolgerà con la formula del Walk Around Tasting, che permetterà al pubblico di degustare etichette di assoluto pregio passeggiando liberamente nell’incantevole Villa Appia Antica. Il tutto senza dimenticare, così come è nella tradizione dei vari format firmati C&V, l’abbinamento con una selezione di eccellenze gastronomiche.

Print Friendly, PDF & Email
Previous articleSardegna di vini, doppio appuntamento ad Alghero
Next articleCastro Wine Fest / Dal 4 al 7 luglio l’ottava edizione dell’evento estivo più cool del Salento