San Leonardo 2001 Tenuta San Leonardo

San Leonoardo 2001 Tenuta San Leonardo
San Leonardo 2001 Tenuta San Leonardo

Poi ci sono i vini stella cometa. Quelli che da qualunque parte arrivi, qualunque giro fai nel tuo percorso di conoscenza del vino, te li ritrovi sempre lì, una stazione fissa, che non salti mai. E quando scendi hai sempre il piacere di restare. Così per me è il San Leonardo delle annate a cavallo del millennio, quelle che assaggiai all’epoca e il cui riassaggio riesce ogni volta a stupirmi.

Il San Leonardo 2001* è generoso con eleganza ai profumi, molto varietali e freschi, di bosco e felci, di balsami e oli essenziali di lavanda, di bacche di rosa canina e… di peperone. Ma che peperone però! Non mi bistrattate il peperone quando profuma così. Sorso veramente coinvolgente, nordico e fresco, con niente di decadente anzi con tantissima gioia di esprimersi. Fa di tutto per farsi ricordare ancora incredibilmente fresco, dopo la lotta vinta con un tannino delicatissimo e quasi impercettibile. Che meraviglia!

Monica Coluccia

 

 

*Vitigni | 60% Cabernet Sauvignon, 30% Carmenère, 10% Merlot Vinificazione | Fermentazione spontanea in piccole vasche di cemento per circa 15/18 giorni con svariati rimontaggi giornalieri e délestage. Affinamento | 24 mesi in barriques di rovere francese di primo, secondo e terzo passaggio. Tenuta all’invecchiamento | 30 anni e più. [Fonte: sanleonardo.it]

 

Print Friendly, PDF & Email

E' sommelier dal 2004. E' stata nelle redazioni di riviste e guide di settore di diffusione nazionale (Duemilavini, Bibenda, AIS-Vitae, L’Espresso, Le Migliori 99 Maison di Champagne). Organizza seminari di degustazione in tutta Italia grazie alla sua profonda conoscenza dei territori vitivinicoli italiani e internazionali. Scrive per gli appassionati del vino su vinotype.it e per la Guida Bollicine del Mondo di Identità Golose.

Previous articleTempo di Panettone!
Next articleA Roma, il bilancio 2020-2021 delle Famiglie Storiche dell’Amarone