Larcéra Vermentino Terre Siciliane IGT Bio 2021 – Cantine Mandrarossa

La storia siciliana del Vermentino inizia nel 2005 quando la Cantina Settesoli di Menfi (AG) nell’ambito di uno studio a tutto campo (zonazione, sperimentazione di nuovi vitigni, ecc.) avviato nel 1999 sugli areali (circa 6000 ettari) coltivati dai 2000 viticoltori associati, pone le basi per il progetto Mandrarossa.

Giuseppe Bursi presidente Cantine Settesoli

Tra le 34 varietà di vite sotto osservazione, in particolare il Vermentino fu sperimentato su circa 290 ettari situati in varie zone. La ricerca ha poi portato nel 2014 a identificare 5 ettari dove questa varietà, tipicamente mediterranea (Sardegna, Corsica, Liguria, Costa Toscana, ecc.), riesce a esprimersi al meglio. Questi vigneti, tutti a conduzione biologica, si trovano oggi tra i comuni di Menfi, Santa Margherita di Belice e Contessa Entellina (che ospita la contrada che dà il nome all’etichetta). Sono accomunati da suoli calcarei di medio impasto che permettono alle radici delle viti di scendere a una profondità (oltre 2 metri) trovando le riserve idriche e le componenti minerali a cui si devono le caratteristiche che rendono il Larcera, diverso dal Vermentino prodotto in altre regioni. Inoltre, spiega l’agronomo Filippo Buttafuoco « Le escursioni termiche – cioè le differenti temperature tra giorno e notte- sono alleate preziose, che conferiscono complessità aromatica, dovute alla prossimità del mare e al contatto con le brezze marine estive a Menfi e all’altimetria (tra i 200 e i 390 m slm) degli appezzamenti di Santa Margherita di Belice e Contessa Entellina. Aggiungiamo anche, l’esposizione a sud che garantisce luce e calore alle viti per gran parte della giornata.»

La Cantina Mandrarossa
La cantina, nata per valorizzare i vini della linea Mandrarossa, sorge in contrada Puccia, a sud di Menfi dove, a circa 90 metri s.l.m. è pefettamente integrata nel territorio circostante, la costa occidentale della Sicilia, caratterizzata da morbide colline fasciate di vigne degradanti verso il mare. La winery si estende per 700 metri quadri e comprende la nuova barricaia, due sale degustazione, un wine shop e una terrazza affacciata sul mare nel cuore del Menfishire, uno dei più importanti distretti vitivinicoli dell’isola.

Annata 2021
Le piogge primaverili sono state fondamentali per immagazzinare le riserve idriche utili ad affrontare un’estate particolarmente calda e siccitosa, che ha visto giornate con picchi importanti delle temperature nei mesi di luglio e agosto. Particolarmente rilevanti nel periodo estivo, le escursioni termiche (differenza di 14°C tra il giorno e la notte) che hanno favorito la sintesi di aromi e profumi. La gestione agronomica pertanto non ha richiesto particolari interventi se non il sovescio con la semina di leguminose (per arricchire il suolo in azoto) e la trinciatura dei tralci, eliminati durante la potatura che, lasciati sul terreno, apportano nuova sostanza organica.

La vendemmia
Iniziata nell’ultima settimana di agosto, nelle aree a maggiore altitudine, come Contessa Entellina, si è protratta fino ai primi giorni di settembre. Il raccolto ha dato uve perfettamente mature e sane e ai vini un’impronta aromatica particolarmente significativa. Le uve vermentino sono allevate e certificate biologiche in vigneti allevati a controspalliera e potati a guyot con una densità di 4000 piante/ha. L’ esposizione dei vigneti a sud, sud ovest e sud est, a 50 – 390 mt s.l.m.

La vinificazione
Le uve dopo essere state diraspate e raffreddate a 8°C vengono pressate, il mosto ottenuto viene posto a decantare per circa 36 ore e successivamente si aggiungono lieviti. La fermentazione avviene ad una temperatura di 10-12°C. Affinamento 6 mesi in contenitori di acciaio a temperatura bassa per preservare profumi e fragranza.
«Si tratta di un’importante aggiunta alla nostra gamma, spiega il Presidente Settesoli, Giuseppe Bursi, con un vino che interpreta i valori di sostenibilità ambientale che da sempre contraddistinguono il nostro modo di essere cooperativa, in ambito sia agronomico che produttivo oltre che dare realizzazione concreta a studi e analisi che da anni la nostra realtà ha portato avanti»

Larcéra Vermentino Terre Siciliane Igt 12,5% vol
Ha colore giallo dorato con riflessi verdolini e profumi floreali con note di campo, di macchia mediterranea,  una lieve foglia di pomodoro e frutta gialla. In bocca è secco, molto sapido e soprattutto dotato di un’acidità fresca e vibrante. Un eccellente Vermentino siciliano, morbido il giusto, netto e persistente, di grande piacevolezza, con una gradazione alcolica “umana”, in grado di facilitare la beva e non di respingerla perché troppo elevata.

Punteggio: 88+/100
Prezzo medio in enoteca: 12,00

 

 

Cantine Settesoli S.c.a.
Strada Statale 11592013 Menfi (AG)
Telefono: +39.0925.77111
E-mail: info@cantinesettesoli.it

Mandrarossa Winery
Contrada Puccia – 92013 Menfi (AG) – Italy
T:+39 0925 77128
info@mandrarossawinery.it
www.mandrarossa.it

Nota
Mandrarossa non è solo una linea di vini di alto profilo ma è un’esperienza completa che lega vini e territorio. Infatti sono molte le offerte a pagamento di degustazioni tematiche (monovarietali autoctoni, internazionali, vini innovativi, storie ritrovate, top wines, ecc.) oppure i percorsi gastronomici con piccoli assaggi di prodotti tipici siciliani o il modulo “Origini e tradizioni ” con 5 vini di Menfi, Etna e Pantelleria in abbinamento ad alcune delle più note prelibatezze di questi territori. Da provare il pranzo (50,00 euro) con le Signore della Brigata di Cucina Mandrarossa e le ricette della tradizione menfitana e siciliana. Completano l’offerta i percorsi in bicicletta sulle piste ciclabili, i percorsi di trekking. Il Menfishire è uno dei più importanti distretti vitivinicoli della Sicilia e del nostro Paese dove l’agricoltura e la viticoltura continuano ad essere fonte dello sviluppo dell’economia e della comunità locale. Non senza dimenticare che Menfi  vuol dire mare pulito e spiagge dorate che da 26 anni conquistano la Bandiera Blu. Da visitare.

Andrea Gabbrielli

Print Friendly, PDF & Email
+ posts
Previous articleChianti Classico Collection 2022
Next articleViticoltura versus climate change