Il racconto di Valle Vermiglia e del suo Eremo Tuscolano 2018 su Cucina&Vini

eremo tuscolano

Da Cucina&Vini, N. 173 Marzo 2020, estratto dell’articolo “Frascati, oro del Lazio”, servizio di apertura da pagina 6 della rivista a firma Francesco D’Agostino e Fabio De Raffaele.

Tre le denominazioni che insistono sul territorio, Frascati Doc, Frascati Superiore Docg e Cannellino di Frascati Docg. Sono le espressioni di un clima ideale per la vite, di terreni vulcanici ricchissimi di minerali e di una cultura vinicola unica al mondo

“Da Roma si vede. Un profilo dentellato avvolge la città a est e a sud e molto spesso è ben visibile grazie al maestrale o alla tramontana che rendono il cielo nitido e luminoso. Mettendoci un po’ di attenzione e di immaginazione, guardando a sud si vedono i due versanti di un antichissimo vulcano che ha disegnato l’orografia del territorio fin dentro Roma, decretando la straordinaria eredità agricola di quelle colline i cui terreni hanno ospitato da sempre la viticoltura. L’unicità di Roma è anche in questo, una Capitale che a pochi chilometri di distanza, ma anche all’interno del suo territorio comunale, è dotata
di un’area particolarmente vocata alla viticoltura. Forse non è un caso, nel senso che questo aspetto fu probabilmente considerato alla sua fondazione, e comunque è una dote che aggiunge emozione all’emozione di essere a Roma. Quanto il panorama offre è l’antico Vulcano Laziale…

Nelle pagine 36 e 37 si legge:

[..]

VALLE VERMIGLIA
Mario Masini, proprietario di Valle Vermiglia, è legato a doppio filo con la storia e il territorio del Frascati. Fu proprio grazie al suo intervento diretto che si arrivò nel 2011 al riconoscimento della Docg per il Frascati Superiore, quando era deputato al parlamento italiano, lavorando alla stesura dei testi per l’aggiornamento del vecchio disciplinare insieme ai produttori del Consorzio Tutela Denominazioni Vini Frascati. Quarantacinque anni prima fu invece il nonno materno, l’onorevole Pietro Campilli, già ministro della Repubblica, ad attivarsi per il riconoscimento della Doc per il Frascati, il 3 marzo del 1966. Oggi Mario Masini contribuisce al rilancio della denominazione producendo un vino e uno soltanto con la sua azienda Valle Vermiglia, posta nella zona più prossima al ciglio dell’antico vulcano, in alta collina. Prima di trovare il territorio sul quale si è poi fermato, ha perlustrato per anni i Castelli Romani alla ricerca delle migliori condizioni per il suo progetto. Il suo approdo è stata la zona incontaminata e suggestiva del monte Tuscolo a Monte Porzio Catone, sui terreni che appartengono all’Eremo dei Camaldolesi Coronesi, in un posto “baciato da Dio”, qui nel senso stretto del termine, dove ha impiantato otto ettari di vigneto. La collina del monte Tuscolo è un punto di osservazione dal quale si riesce ad abbracciare con lo sguardo sia la città eterna che la maggior parte del bacino del vulcano laziale. La varietà cardine è la malvasia puntinata, accompagnata da quella di Candia, mentre trebbiano giallo, trebbiano toscano e bombino contribuiscono alla restante parte in quote variabili in base all’andamento dell’annata.

EREMO TUSCOLANO FRASCATI SUPERIORE DOCG 2018 – 13% vol
Immediato e fruttato, è leggero e di beva. Giallo paglierino chiaro, accoglie di frutto fresco nei riconoscimenti di pesca, arancia, mandorla fresca e secca, mela e pera, percorsi da nuance di talco, con note di mollica di pane e cenni di foglie fresche di menta, origano e melissa. Fresco, leggero, sapido, è subito fruttato di mela, arancia, limone, pompelmo, con note di mandorla fresca, mentre in progressione converge su toni salini, palesando la sua provenienza.

[..]

da aprile 2020 in edicola

Print Friendly, PDF & Email