La varietà dei Vigneti Palagetto a San Gimignano

Vigneti Palagetto

Arianna Fioravanti, non ancora trentenne, si ritrova oggi a gestire un patrimonio vitivinicolo molto sostanzioso nel comune di San Gimignano. Ne viene fuori una produzione articolata e dinamica improntata sia sull’affermazione dei cru di Vernaccia di San Gimignano sia sulla valorizzazione di altri vitigni, autoctoni e internazionali.

Una parte sostanziosa dei vigneti in proprietà, denominata Vigneti Palagetto, si trova in prossimità della cantina di vinificazione, maturazione e affinamento in località Racciano (gli altri invece sono dislocati in località San Biagio e in località Casaglia e ne riparleremo).

I Vigneti Palagetto si estendono su due aree distinte ma limitrofe: una in località Racciano e l’altra in località Monteoliveto, in direzione Castel San Gimignano.

In gestione della famiglia Niccolai dagli inizi degli anni Novanta -Sabrina Niccolai, figlia di Luano che fondò l’azienda, è la madre di Arianna-  questa parte di vigneti occupa attualmente circa 15 ettari di terreno. Al momento dell’acquisizione della proprietà gli ettari vitati erano 7, dei quali 5 di vernaccia destinati alla produzione di Vernaccia di San Gimignano e 2 di sangiovese destinati alla produzione di Chianti Colli Senesi. Nel tempo sono stati realizzati altri impianti, l’ultimo nel 2003.

I Vigneti Palagetto sono composti quindi da due diversi corpi:
-il corpo vicino alla Cantina di lavorazione di tutti i prodotti aziendali e del frantoio, in una sub-area inserita all’interno dell’unità territoriale definita Racciano dove si concentrano esclusivamente i vitigni a bacca bianca;
-il corpo vicino al complesso agrituristico Villa Palagetto (composto da due Resort: Torre Palagetto e Palagetto di Sotto) in una sub-area inserita all’interno dell’unità territoriale definita Monteoliveto con prevalenza di vitigni a bacca rossa.

Il corpo dei Vigneti Palagetto in località Racciano è di circa 9 ettari nei quali sono impiantati i seguenti vitigni: vernaccia, che fa la parte del leone con 6 ettari (parcelle denominate Vernaccia Cavallo, Vernaccia Lago, Vigna Alta) e i restanti distribuiti tra chardonnay, sauvignon e sangiovese.
Il corpo dei Vigneti Palagetto in località Monteoliveto è di circa 7 ettari dedicati ai seguenti vitigni: sangiovese, merlot, petit verdot, vernaccia, sauvignon blanc, viognier.

I terreni di entrambe le località, vicine tra loro, sono di origine pliocenica e risalgono al periodo compreso tra 6,8 e 1,8 milioni di anni fa. La parte dei terreni che costeggia via di Santa Lucia, in località Monteoliveto, si distingue da quella di Racciano per la presenza di una formazione di travertini biancastri.

I vigneti di Racciano e di Monteoliveto si trovano in direzione Castel San Gimignano. Il clima è piuttosto omogeneo in entrambi gli appezzamenti di vigneto e danno vita a vini molto strutturati, che entrano in uvaggio o da soli, nelle etichette di punta. Il clima è caldo e la zona è ventilata, situazione che preserva, o limita, rischi di patologie legate all’umidità. L’esposizione a sud consente una maggiore intercettazione della luce durante le fasi di maturazione. Il territorio, come noto, è interamente collinare e i vigneti sono disposti tra i 280 e i 300 metri di altezza sul livello del mare.

Le scelte agronomiche operate in campo mirano ad ottenere una produzione limitata, che non superi i 70 quintali per ettaro.

Dai Vigneti Palagetto nascono i seguenti vini da cru:

-Vernaccia di San Gimignano Docg selezione “Santa Chiara”: le uve vengono selezionate da un appezzamento chiamato Vernaccia Cavallo in località Racciano.
-Vernaccia di San Gimignano Riserva Docg: le uve vengono selezionate da una vigna nel complesso di Palagetto denominata Vernaccia Lago in località Racciano.
-Toscana Bianco IGT Sauvignon: le uve vengono selezionate da una vigna in località Monteoliveto, nel complesso di Palagetto.

Le uve prodotte in questi vigneti concorrono in misura variabile anche negli uvaggi di altri vini aziendali.

Print Friendly, PDF & Email