I’ Niccolò 2018 Palagetto / Scheda tecnica

I' Niccolò

La scheda tecnica dell’Igt Toscana Bianco I’ Niccolò 2018 Linea Arianna di Palagetto, azienda di San Gimignano in Toscana. 

Denominazione: Igt Toscana Bianco
Vitigni: vermentino, chardonnay, sauvignon
Gradazione alcolica: 14%
Numero di bottiglie prodotte: 2.700

Vigneto di provenienza: il vermentino per questo vino arriva dalla selezione in campo nei vigneti nella località Racciano, nei pressi della cantina di San Gimignano, la quota di chardonnay arriva da circa un ettaro e mezzo sempre nei Vigneti Palagetto a Racciano e da poco più di mezzo ettaro nei Vigneti Arnilù in località San Biagio, mentre il sauvignon proviene dalle uve di due appezzamenti che insieme non arrivano a due ettari nei Vigneti Palagetto, uno in località Racciano e uno in località Monteoliveto.

Tipologia del terreno:
sabbie di origine pliocenica risalenti al periodo compreso tra 6,8 e 1,8 milioni di anni fa
Altitudine dei vigneti: compresa tra 280 e 320 metri sul livello del mare
Età delle vigne al tempo della vendemmia per questo prodotto: tra 10 e 20 anni
Sistema di allevamento: cordone speronato
Sesto d’impianto:  2,50 m X 0,80 m
Numero ceppi per ettaro: 4.000
Resa: 70 quintali per ettaro
Conduzione agronomica: agricoltura biologica

Epoca di vendemmia: vermentino inizi di settembre, chardonnay fine agosto, sauvignon fine agosto

Raccolta: manuale in cassette per effettuare una prima selezione delle uve in vigneto, successiva selezione anche in cantina prima di essere lavorate
Vinificazione: suddivisa per ogni tipologia di uve, decantazione statica del mosto dopo diraspapigiatura e pressatura soffice; inoculo con lieviti selezionati sul limpido in acciaio, poi a circa due terzi della fermentazione la massa viene messa in barriques dove rimarrà per circa 4/5 mesi prima delle normali lavorazioni per l’imbottigliamento.
Affinamento in bottiglia: il vino affina circa 3 mesi in bottiglia prima della commercializzazione.

Prima annata prodotta: 2001

Curiosità: il vino è stato dedicato dal fondatore Luano Niccolai al nipote Niccolò Fioravanti, il secondogenito di Sabrina Niccolai, fratello di Arianna e Luca ed è stato concepito da Giacomo Taschis, il grande enologo diventato famoso per aver creato il Sassicaia. Con l’avvento di Arianna Fioravanti alla guida dell’azienda il vino è stato inserito nella Linea Arianna.

Linea Arianna: La linea vini “Arianna” è il banco di prova per le sperimentazioni con cui Arianna punta a valorizzare dal raccolto quello che ancora non è stato espresso nelle vinificazioni passate, ciò che è nascosto nello stesso grappolo d’uva, e parallelamente ciò che ancora è nascosto in lei, mentre si ritrova ad esplorare strade nuove per esprimersi. Una linea vini in continua crescita che accompagna Arianna nel suo percorso come donna, come vignaiola e come cantiniera.

Per saperne di più sull’Igt Toscana Bianco I’ Niccolò di Palagetto:

I' Niccolò