Con Rocca delle Macìe, un tuffo nel Medioevo

medioevo

Il Relais di Fizzano, ovvero un tuffo nel Medioevo. E chi ci si concede una vacanza, grande o piccola che sia, ha voglia di raccontare la sua esperienza. Per soddisfare questa voglia di condividere era nato Trip Advisor, un sito che, per quanto a volte contestato, è ormai attivo in 30 Paesi nel mondo con oltre 50 milioni di visitatori unici ogni mese e oltre 60 milioni di recensioni. Trip Advisor controlla le recensioni, e se sono eccellenti e costanti nell’arco di 12 mesi attribuisce all’azienda il suo Certificato di Eccellenza. Solo il 10% delle strutture presenti nel sito riceve il Certificato. Il Relais di Fizzano, con il suo ristorante, ha ottenuto il certificato di Eccellenza di Trip Advisor anche nel 2015. 

L’attuale Relais Riserva di Fizzano nasce da un borgo che risale al Medioevo, approssimativamente intorno all’XI secolo. Acquisito dalla Famiglia Zingarelli nei primi anni ’90 del secolo scorso è nato a nuova vita grazie all’intervento dagli architetti Fabio Zingarelli e Lucia Peretti che lo hanno riadattato a Relais con 20 appartamenti, un ristorante, una piccolissima chiesa per cerimonie, piscine, prati, ma senza stravolgerne l’impianto. Così che quando si arriva in cima alla collina di Fizzano si entra in un mondo antico, anche se arricchito da tutti i comfort, con una vista ineguagliabile sulle colline chiantigiane ricoperte da ulivi e vigneti.

Relais Riserva di Fizzano
Località Fizzano, 53011 Castellina In Chianti,  SI
Telefono:+39 0577 7371

 

Print Friendly, PDF & Email

Giornalista, Sommelier, ha lavorato al Gambero Rosso per oltre 10 anni come giornalista, degustatrice per la Guida ai Vini d’Italia, autore e regista dei servizi televisivi per il Gambero Rosso Channel, autore di libri su vino, cucina e turismo. Ha partecipato al progetto di rilancio del brand Franciacorta e nel 2006 ha fondato Vinotype, un’agenzia di comunicazione specializzata per le Aziende vitivinicole. Nel 2010 ha lanciato il magazine on line Vinotype.it.

Previous articleDoctorwine.it/Un Frascati da tenere d’occhio
Next articleLatitudes.com/ Un gioiello nel Parco dell’Appia Antica