Il Vermentino di Campo Maccione e la girandola di Maremma

Vermentino

Il Vermentino di “Campo Maccione – Fattoria di Rocca delle Macìe” con la sua “girandola” riportata in etichetta racconta del vento che accarezza il vigneto di Maremma da cui provengono le sue uve e del sole che si riflette nel suo colore … ma non solo!

Asseconda infatti il “giro” ordinato di un antipasto messo insieme dalle creazioni estemporanee a base di frutti di mare dello staff del Ristorante del Relais di Fizzano di Rocca delle Macìe a Castellina in Chianti.

Un’insalatina di polpo, fagioli, pomodorini e olive, un’alice con mozzarella di bufala, una cappasanta appena scottata, un carpaccio di spigola agli agrumi, e poi seppioline, calamari e vongole.

Il Vermentino di Maremma “ci prova” con qualsiasi preparazione dell’antipasto e riesce a strappare un appuntamento galante con quasi tutti i componenti del piatto. Romanticissimo con vongole, seppie, calamari e cappasanta; intrigante con il carpaccio di spigola per via di quel caratterino un po’ acido che si ritrova; timido con l’insalatina di polpo, fagioli, pomodorini e olive per via dell’esuberanza dei sapori che propone; il due di picche lo prende solo con l’alice qualora si presentasse all’appuntamento da sola: ci vuole la complicità della mozzarella per conquistarla.

Un vino solare, elegante ed energico per sapidità ed acidità, con doti che sa tirar fuori alla bisogna soprattutto sui piatti di mare, come in questo caso, ma starà bene anche su molti primi piatti per via della naturale tendenza dolce della pasta o del riso, meglio se con ragù bianchi o a base di verdure, in entrambi in casi non dovranno mancare i profumi di erbe o spezie.

Il Maremma Toscana Doc Vermentino di Campo Maccione – Fattoria di Rocca delle Macìe è ottenuto dalla lavorazione delle uve provenienti dalla Tenuta nella provincia di Grosseto della famiglia Zingarelli, acquisita nel 1998. In cantina il vino vede solo acciaio per essere pronto nella primavera successiva alla vendemmia. Si farà ancor più bello se bevuto in estate con qualche mese di affinamento in bottiglia in più.

 

Print Friendly, PDF & Email