Un piccolo abitante della Tenuta di Fiorano nel Parco dell’Appia Antica

Appia Antica

Il Parco Regionale dell’Appia Antica è abitato da numerose specie faunistiche. Ci si può imbattere in circa una ventina di specie di mammiferi tra cui la volpe, la donnola, il riccio, la talpa romana, il mustiolo, il pipistrello nano, la lepre comune e il coniglio selvatico.

Soprattutto la lista delle specie di uccelli è molto ricca e variegata, una sfida per i più incalliti degli avvistatori e per i più esperti: cannareccione, cannaiola, pendolino, succiacapre, passero solitario, tarabusino, picchio muratore, parrocchetto monaco, barbagianni, ballerina gialla, beccaccia, beccaccino, cutrettola.

Proprio quest’ultima specie, la cutrettola (Motacilla flava) è presente anche in stormi nella zona di Fioranello sull’Appia Antica alle porte di Roma, dove si trova la Tenuta di Fiorano di Alessandrojacopo Boncompagni Ludovisi.

La cutrettola è un vivace passeriforme che rientra nella direttiva sulle specie da proteggere del Ministero dell’Ambiente. Non ci si meraviglia che abbia trovato il suo habitat preferito anche nei pascoli della Tenuta di Fiorano visto che la sua attitudine preferita è quella di seguire le greggi al pascolo, posandosi sul dorso di ovini e bovini liberandoli dai parassiti di cui si nutre.

La cutrettola è facile da individuare anche per il colore giallo limone acceso che ne caratterizza petto e pancia, per il colore verde oliva e verde marrone del dorso e per la bellissima postura che assume il maschio per conquistare la femmina, gonfiando le piume colorate e dispiegando la coda corta e nera a ventaglio.

Il territorio del Parco Regionale dell’Appia Antica è un incredibile serbatoio di ricchezza che raccoglie le fasi nidificanti di oltre un’ottantina di specie rispetto al centinaio individuate nell’intera città di Roma e anche la flora della Tenuta di Fiorano contribuisce alla salvaguardia del contesto faunistico in essa integrato.

[Crediti foto: Parco Regionale dell’Appia Antica]

Print Friendly, PDF & Email