Passaggio del testimone per l’Eremo Tuscolano: è tempo di assaggiare l’annata 2015

Eremo Tuscolano

Con l’esperienza ci si è accorti che per godersi pienamente un calice di Frascati Superiore Eremo Tuscolano prodotto dall’azienda Valle Vermiglia è necessario che trascorra almeno un anno dal momento dell’imbottigliamento.

Così come accade per altri grandi vini bianchi italiani, l’Eremo Tuscolano si distende dopo un adeguato affinamento in bottiglia che gli permette di esprimersi al meglio dal punto di vista aromatico e gustativo.

Siamo quindi nel miglior momento per assaggiare il Frascati Superiore Docg Eremo Tuscolano 2015 che ha ricevuto pochi mesi fa il testimone dall’Eremo Tuscolano dell’annata 2014, millesimo, quest’ultimo, che ha indubbiamente regalato numerose soddisfazioni allo staff di Mario Masini, patron di Valle Vermiglia, raccolte tra il pubblico degli appassionati e tra gli addetti del settore.

Qui di seguito un piccolo riepilogo a testimonianza dell’ottimo livello qualitativo raggiunto in pochi anni – primo imbottigliamento nel 2012 – grazie al solido progetto di rivalutazione del vino Frascati che c’è stato dietro per volere di Mario Masini, già con l’impianto delle vigne a partire dall’inizio del millennio.

Frascati Superiore Docg Eremo Tuscolano 2014

Approfittiamo per ricordare qui anche i riconoscimenti ricevuti nelle primissime annate prodotte, la 2013 e la 2012:

Frascati Superiore Docg Eremo Tuscolano 2013

  • 4 stelle su 5 – Guida Vinibuoni d’Italia 2016 Touring Club Italiano
  • 3 bicchieri su 3 – Guida Vini d’Italia 2016 Gambero Rosso
  • 89/100 au Concours International Gilbert & Gaillard 2015
  • Silver Medal – Mundus Vini 2015

Frascati Superiore Docg Eremo Tuscolano 2012

  • 4 bottiglie su 5 17/20 con Menzione Speciale – Guida I Vini d’Italia 2014 L’Espresso
Print Friendly, PDF & Email