Non per caso è stato scelto il nome Arianna / su vinoecibo.it

Arianna Fioravanti

Da vinoecibo.it, 31 gennaio 2019, “La nuova linea di vini Palagetto – Non per caso è stato scelto il nome Arianna”, articolo a firma Leonardo Felician

[..]

Non è stato scelto per caso il nome Arianna per la nuova linea di vini dell’azienda Palagetto: è il nome della nipote dell’imprenditore Luano Niccolai che nel 1985 fondò un’azienda agricola a San Gimignano, uno dei borghi più spettacolari e più autentici della provincia di Siena, noto in tutta Italia per le sue intatte torri medioevali. Arianna ha preso in mano dalla mamma Sabrina la conduzione dell’azienda di famiglia, giunta così alla terza generazione, e condivide con i fratelli più giovani l’impegno di continuare a crescere nell’affollato settore della produzione di vini toscani di alta qualità.

[..]

L’azienda agricola comprende anche una Tenuta a Montalcino, dove si produce il Brunello, il Rosso e la Grappa di Montalcino, ma Il radicamento territoriale e la storia della famiglia si intrecciano a San Gimignano dove sono lavorati 63 ettari di terreno di cui 53 a vigneto e 10 a boschi e a oliveto. Qui si trovano anche le strutture dedicate alla ricezione turistica: Villa Palagetto in località Monteoliveto, Villa Arnilù in località San Biagio e l’agriturismo La Lucciolaia in località Casaglia.

2.jpgI diversi vigneti acquisiti nel tempo permettono una produzione molto diversificata di vini con una gamma di quasi due dozzine di bottiglie, se si comprendono anche le grappe e il vin santo. Il prodotto di punta sono le diverse declinazioni della Vernaccia di San Gimignano, un bianco DOCG cui si affiancano altre produzioni tipiche della zona quali il San Gimignano DOC e il Chianti Colli Senesi DOCG, anche in versione Riserva. E’ un vino rosso composto da 90% di Sangiovese e 10% Merlot ottenuto da vigneti giovani, dai 15 ai 20 anni.

24232912_1980251085550519_1242826506255504826_n.jpg
La linea firmata “Arianna”, che si affianca ai prodotti tradizionali, è nata invece alcuni anni fa apportando nuove tecnologie nel vigneto e in cantina basate naturalmente sul vitigno più importante, la Vernaccia: è un esperimento di innovazione e di carattere che va dalla Vernaccia in purezza con etichetta “Vent’anni” all’uvaggio de “I’ Niccolò”, tecnicamente un Toscana Bianco IGT di colore giallo paglierino carico, ottenuto da uve di Vermentino, Chardonnay e Sauvignon. Ne risulta un vino bianco di alta gradazione alcolica, 14 gradi e mezzo, che ben si presta anche all’invecchiamento.

[..]

Trovate qui l’intero articolo sulla linea Arianna di Palagetto di Leonardo Felician

Print Friendly, PDF & Email