L’anima rossista di Arianna Fioravanti raccontata dalla Guida DoctorWine 2020

Il Brunello di Montalcino Riserva 2013 Bellarina, costola ilcinese delle proprietà vitivinicole toscane in capo alla giovanissima Arianna Fioravanti, lascia il segno nel panel di degustazioni della Guida Essenziale ai Vini d’Italia DoctorWine 2020.

Un ottimo punteggio attribuito alla Riserva 2013 del Brunello di Montalcino prodotto nelle vigne in frazione Castelnuovo dell’Abate –91/100- è solo la sintesi di un racconto del vino che spunta aggettivi molto lusinghieri nella descrizione che ne è stata data.

Si legge infatti a pag 531 della Guida di Daniele Cernilli alias DoctorWine:

[..]
Brunello di Montalcino Bellarina Riserva 2013
Da uve sangiovese dell’azienda montalcinese di proprietà. Matura in botti di varie dimensioni per 30 mesi. Rubino granato, olfatto floreale scuro, il fruttato è accennato mentre è accattivante la nota balsamica e una leggera liquirizia. Trama gustativa media, elegante nella progressione con tannini levigati e una sapidità accattivante. Il finale è saporito e persistente.
[…]

Tale attestazione di merito rende giustizia a Bellarina, l’azienda “satellite” del quartier generale sangimignanese e della sua recente riorganizzazione dopo l’avvento di Arianna ai vertici dell’azienda madre di San Gimignano, la Palagetto:

“Passaggio di consegne al timone di quest’azienda al femminile, con Arianna Fioravanti che subentra alla madre Sabrina Niccolai, nota imprenditrice del settore della camperistica. Stessa passione, forza e applicazione: vigneti posiionati su tutti il territorio, rinnovati in continuo quelli più vecchi e vocati, mentre gli altri sono stati infittiti. In cantina, recentemente restaurata, c’è una ottima tecnologia che vuole stravolgere lo stile aziedale ma solo migliorarlo”.

Print Friendly, PDF & Email