Fausto Borella racconta l’Olio Extravergine di Oliva della Tenuta di Fiorano su Terre d’Olio 2020

Olio

Il Maestro d’Olio Fausto Borella, tra i più grandi esperti del mondo dell’Olio Extravergine di Oliva, ha inserito la Tenuta di Fiorano nella pubblicazione “Terre d’Olio 2020Un libro guida che racconta i Territori d’Italia e l’Olio Extravergine Artigianale con i consigli su come sceglierlo e abbinarlo“ dopo averne apprezzato le peculiari qualità organolettiche.

Per il secondo anno consecutivo la Tenuta di Fiorano trova spazio con il suo Olio Extravergine di Oliva Fiorano in una delle rare pubblicazioni di riferimento sulla cultura dell’Olio Extravergine di Oliva, edita da Maestro d’Olio Editore.
Il Principe Alessandrojacopo Boncompagni Ludovisi ribadisce con questo risultato la storica vocazione agricola della sua Tenuta di Fiorano, nella campagna di Roma, sull’Appia Antica, nota per la produzione di vini che l’attestano ogni anno tra le più grandi aziende vitivinicole italiane, e dedita anche storicamente alla coltivazione di grano e seminativi e con il pascolo degli ovini, il tutto rispettando le pratiche dell’agricoltura biologica.

Vi riportiamo qui di seguito la scheda dell’azienda e del suo Olio Extravergine di Oliva con i dettagli di coltivazione e produzione pubblicata a pagina 85 di Terre d’Olio 2020:

TENUTA DI FIORANO
La Tenuta di Fiorano, di proprietà del Principe Alessandrojacopo Boncompagni Ludovisi, si trova a Roma, sull’Appia Antica. Sono circa 200 ettari di terreno a conduzione rigorosamente biologica dedicati alla produzione di vino, cereali, olio, miele e una parte utilizzata per il pascolo degli ovini.

[..]

Frantoio 50& – Leccino 30% – Moraiolo 20%

[..]

Nel bicchiere ammalia con un color verde chiaro con venature giallo mimosa leggere. Denso
e brillante. lì profumo è dolce e delicato: ricorda le bacche di vaniglia, la banana e la nocciola tostata. Al palato ricorda gusti finì, riprenclendola banana matura e ricordando la barbabietola rossa e la zucca. Si distingue anche la traccia della mandorla fresca e in chiusura un accenno piccante di zenzero.

[..]

 

What do you want to do ?

New mail

Print Friendly, PDF & Email