NY incorona il Principe: Tenuta di Fiorano con Doctor Wine nella Grande Mela

Grande Mela

Il Principe Alessandro Boncompagni Ludovisi ha festeggiato anche nella Grande Mela i riconoscimenti ottenuti dai vini della Tenuta di Fiorano, durante la presentazione della Guida Essenziale ai Vini d’Italia 2016 di Daniele Cernilli, alias Doctor Wine, lo scorso 8 febbraio.

Re per un giorno a New York per merito degli eccellenti risultati delle ultime annate in commercio per il Fiorano Bianco e per il Fiorano Rosso, segnalati sulla guida del Doctor: 95 centesimi e Faccino Doctor Wine per il Fiorano Bianco 2013, 93 centesimi per il Fiorano Rosso 2010 e 92 centesimi per il Fiorano Rosso 2009.

tenuta-di-fiorano-premio-doctor-wine-2016-fiorano-bianco-2013
[..]
“Quest’anno il bianco ha grande concentrazione e un profilo quasi bargognone, i due rossi invece traducono in vino la diversità dell’annata sfoggiando profili diversi ma entrambi di grande eleganza.

Fiorano Bianco 2013  95 e faccino Doctor Wine
Da uve grechetto e viognier. Matura in botti di rovere di Slavonia per un anno. Ampio spettro olfattivo, elegante e variegato che spazia dall’aromatico al floreale, dalla frutta alle spezie. Timo e maggiorana, fiori di campo e glicine, nespola, agrumi e albicocca, pepe e noce moscata. La bocca è carnosa, fresca e sapida. Chiude lunghissimo su una piacevole nota tostata che si fonde sulla scorza di agrume e a nuance leggere di tè.

Fiorano Rosso 2010  93
Da uve cabernet sauvignon e merlot. Maturato in vecchi fusti di rovere di Slavonia da 10 hl. Rubino. Il naso presenta note di frutta scura polputa, visciole e lamponi in confettura in accordo con spezie e note tostate. La bocca è minerale, il tannino finissimo, il lungo finale lievemente fumé ed erbaceo.

Fiorano Rosso 2009  92
Da uve cabernet sauvignon e merlot. Maturato in vecchi fusti di rovere di Slavonia da 10 hl. Rubino-granato. Il naso è boschivo, presenta note fungine e di sottobosco, humus, fieno e sensazioni animali. In bocca è morbido, speziato e animale, perfettamente coerente con le note olfattive.”
[..]

Guida Essenziale ai Vini d’Italia 2016, Daniele Cernilli alias Doctor Wine, pag. 158, Mondadori