Il nuovo volto del Frascati Superiore Docg: parla Paolo Stramacci, presidente del Consorzio / lucianopignataro.it

Consorzio Vini Frascati

Da lucianopignataro.it, 20 maggio 2017, “Il nuovo volto del Frascati Superiore Docg: parla Paolo Stramacci, presidente del Consorzio”, a firma di Floriana Barone.

Presidente Paolo Stramacci
Il Presidente del Consorzio Tutela Denominazioni Vini Frascati Paolo Stramacci (eletto nel luglio del 2016)

“I recenti dati del Consorzio Tutela Denominazioni Vini Frascati sugli imbottigliamenti del Frascati Superiore Docg e del Frascati Superiore Riserva Docg hanno evidenziato un buon incremento dell’attività dei produttori di vino dei Castelli Romani. In particolare, per l’annata 2016, il Frascati Superiore Docg ha superato il milione di bottiglie. [..]

Gli ultimi dati sono molto incoraggianti…
Senza dubbio: siamo partiti con il Frascati Superiore alla fine del 2011, con un numero di bottiglie limitato e la prima vendemmia utile è stata quindi nel 2012. Il nostro intento era quello di procedere gradualmente, in quanto il Frascati Superiore subisce in vigna condizioni più restrittive rispetto al Doc: il vino deve nascere in vigneti con una quantità di viti di almeno 3mila ceppi per ettaro, i vigneti devono essere a filare, la varietà devono essere quelle di zona con almeno il 70% di Malvasia, con particolare riferimento alle Malvasie del Lazio o “puntinata” e alla Malvasia di Candia detta anche “Malvasia Rossa”. Puntiamo molto sulla Malvasia Puntinata, che è un vitigno autoctono: l’altro 30% comprende vitigni come il Trebbiano Toscano, il Trebbiano Giallo, il Bombino Bianco e il Bellone. Nel 2006 siamo arrivati a quasi 8mila ettolitri imbottigliati e il primo trimestre del 2017 ha evidenziato un incremento del 40% in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. [..]

Come è cambiata negli ultimi anni la percezione del Frascati Superiore Docg?
[..] La percezione è cambiata soprattutto per l’interesse del cliente che oggi è disposto a pagare qualcosina di più perché da almeno 7-8 anni riusciamo a realizzare prodotti di qualità e chiaramente rintracciabili.

E poi c’è il Frascati Riserva, che nell’annata 2016 ha raggiunto le 50mila bottiglie
Al Frascati Superiore si è aggiunto anche il Frascati Riserva, prodotto da 7-8 cantine: un vino che prima di essere messo in commercio deve attendere una maturazione di 12 mesi, di cui 3 in bottiglia, per poi essere messo in commercio il 1 novembre dell’anno successivo alla vendemmia. Per questo motivo, oggi in commercio si trova solo il Frascati Riserva del 2015 [..]

Quali sono le caratteristiche del Frascati Superiore Docg?
È il vino bianco che esalta l’eccezionalità del nostro territorio di origine vulcanica, intenso, di buona struttura, di ottima freschezza, sapido e minerale. Alla fine rimane sempre un leggero gusto di mandorle amare. [..]

Trovate qui l’intervista completa di Floriana Barone al Presidente Paolo Stramacci