Vini per una notte di mezza estate: Rocca delle Macìe il 25 luglio 2019 a Firenze con #GSTW

Famiglia Zingarelli

Il B-Roof del Grand Hotel Baglioni di Firenze giovedì 25 luglio 2019 verrà animato da uno dei grandi eventi dell’estate del vino organizzati da God Save The Wine: Vini per una notte di mezza estate.

A disposizione degli ospiti sarà presente anche una selezione dei vini delle tenute dell’azienda toscana Rocca delle Macìe adatti per il clima della serata e quindi la scelta è ricaduta sullo Spumante Brut, fresco e disimpegnato, a base Chardonnay (Bianco Bianco), sulla salinità e l’aromaticità del Maremma Doc Vermentino Campomaccione 2018, sulla succosità e la piacevolezza del Maremma Doc Rosato Campomaccione 2018 e su un vino rosso a base sangiovese, il Chianti Classico Sant’Alfonso 2017, adatto, se servito alla temperatura giusta, anche al bere d’estate.

La redazione di God Save The Wine ha raggiunto il patron di Rocca delle Macìe, Sergio Zingarelli, per un’intervista sull’interessante relazione tra il vino -bianco, rosato o rosso che sia- e la stagione estiva che vi proponiamo qui di seguito:

– La tendenza del vino nell’estate 2019, o meglio cosa impareremo o dovremmo imparare di nuovo sul vino quest’estate
Estate vuol dire viaggi, relax e un po’ più di tempo per rilassarsi con un bel bicchiere di vino. Possiamo così approfondire quella che ormai sembra essere una tendenza ben definita: avvicinarsi sempre di più ai nostri vini da vitigni autoctoni. Tradizioni e costumi dei luoghi visitati si possono capire meglio assaggiando del “vino locale” da scoprire e apprezzare in tutte le sue sfumature qualitative e stilistiche.

Abbinamento di luogo o al piatto: Il più bel luogo dove vorresti che fosse bevuto un tuo vino in questi mesi e un abbinamento insolito con un piatto che dovremmo provare
I mesi estivi sono associati con le giornate al mare. Tutti sognamo di fermarci in un ristorantino bordo mare, al tramonto, magari con un bella zuppa di pesce rigorosamente povero e pescato del giorno. Il nostro suggerimento è anche una piccola sfida: mettete nel calice un Chianti Classico Tenuta Sant’Alfonso (100% Sangiovese) servito a 12/14°C, una temperatura decisamente più bassa per un vino rosso, ma che consente di colmare il gusto deciso e caldo della zuppa con una maggiore freschezza e succulenza. Da provare!

– Estate, tempo di tormentoni: una canzone che si abbini ad un tuo vino (ne ricaveremo una compilation GSTW su Spotify!)
Visto il nuovo tour in spiaggia di Jovanotti e visto il suo legame alla coppia Bud Spencer- Terence Hill: “Somigliava a mio padre burbero, mi riconciliava con lui”, pensiamo sicuramente al suo ultimo successo “Nuova Era”. Come è stata una “nuova era” quella iniziata ormai da oltre un decennio per i vini di Rocca delle Macìe, che l’hanno portata ormai ai vertici dei vini italiani di qualità, un rilancio della “prima era” dalla quale tutto è partito grazie a Italo Zingarelli, il fondatore, e al suo successo mondiale con il film “Lo chiamavano Trinità”.

Firenze


[SCARICA L'ARTICOLO IN PDF]