Valle Vermiglia nel Consorzio Tutela Denominazioni Vini Frascati

Valle Vermiglia

Valle Vermiglia è l’azienda agricola di Mario Masini che ha vigneti sul Monte Tuscolo a Monte Porzio Catone, un comune storico della produzione del Frascati.

L’unico vino prodotto, il Frascati Superiore Docg Eremo Tuscolano, rappresenta la realizzazione di un progetto di rilancio della denominazione Frascati da parte di Mario Masini. Il progetto è nato nel 1996 con l’impianto di un vigneto di 8 ettari alle pendici del Monte Tuscolo, sui terreni incontaminati appartenenti all’Eremo dei Camaldolesi a Monteporzio Catone, a 20 chilometri in linea d’aria da Roma, e a circa 600 metri di altitudine slm. Dal vigneto, protetto da un fitto bosco e da un microclima particolarmente favorevole, nasce un vino che si propone come punto di riferimento per una produzione di altissima qualità e di riscatto di una storica tradizione.

Eremo Tuscolano
Un particolare interno dell’Eremo Camaldolese Coronese del Monte Tuscolo intorno al quale giacciono le vigne del Frascati Superiore Eremo Tuscolano di Valle Vermiglia

C’è un legame forte e singolare che lega Mario Masini al Frascati e al suo territorio. Fu proprio grazie all’intervento diretto di Mario Masini, allora Deputato al Parlamento della Repubblica Italiana, che si arrivò finalmente nel 2011 al riconoscimento della Denominazione di Origine Controllata e Garantita per il Frascati Superiore; un impegno preso a difesa della produzione di qualità del suo territorio e in rappresentanza del Consorzio dei produttori del Frascati, con i quali lavorò anche alla stesura dei testi per l’aggiornamento del vecchio disciplinare.

Quarantacinque anni prima fu grazie all’impegno del nonno materno, l’Onorevole Pietro Campilli, già Ministro della Repubblica, che venne riconosciuta al Frascati, il 3 marzo del 1966, la Denominazione di Origine Controllata, tra le prime quattro Doc d’Italia.

Eremo Tuscolano

Seguendo le linee guida del nuovo progetto di Mario Masini furono impiantati esclusivamente i vitigni autoctoni della denominazione per la produzione di un vino lontano da forzature aromatiche esterne, capace di riportare in luce le caratteristiche doti di freschezza e bevibilità dei tradizionali vini locali.

Eremo Tuscolano
Il vigneto costeggia le mura del Sacro Eremo Camaldolese sul Monte Tuscolo a Monte Porzio Catone

Il blend del Frascati Superiore Docg Eremo Tuscolano è rimasto immutato sin dalla sua prima annata entrata in commercio, ossia la 2012, e si compone come segue: malvasia Puntinata 60&, malvasia di Candia 10%, trebbiano giallo, trebbiano toscano e bombino bianco 30%.

Eremo TuscolanoValle Vermiglia è il nome con cui l’Onorevole Pietro Campilli chiamò la sua azienda vitivinicola di Frascati, della quale iniziò a occuparsi a partire dagli anni ’50.
La zona cosiddetta Valle Vermiglia, dove erano le vigne del nonno di Mario Masini, era “chiamata semplicemente Valle Vermicina”, si legge nel libro di Dario De Sanctis e Roberto Eroli “Quando il Frascati era…” (2011); “il nome fu cambiato in Valle Vermiglia in epoca fascista dal podestà di Frascati, Bellomia, quando fu inaugurata in tale località la fermata della Stazione Ferroviaria ormai in disuso, che da qui prese il nome, sulla Roma – Frascati [..]”.

 

Azienda Agricola Valle Vermiglia
Sede legale: Via Antonio Gramsci, 7 – 00197 Roma

Tel. 0039 348 7221073 – www.eremotuscolano.it

 

[Crediti foto copertina: wining.it]


[SCARICA L'ARTICOLO IN PDF]