Una carbonara e via!

Carbonara

Metti che uno si trova all’ora di pranzo alla stazione Termini in anticipo rispetto alla partenza del treno (o, magari peggio, col treno con un considerevole ritardo segnalato sul display).

Il tentacolare profumo del “mec”, con file altrettanto tentacolari, di solito lo evitiamo (lo evitiamo vero? viste le file che ci sono, pare proprio di no) per dirigerci verso un più nostrano ma spesso non meno tristanzuolo tramezzino recuperato al primo “gastroluogo” accessibile. A salvarci sono arrivati di recente la Terrazza Termini e, soprattutto, il Mercato Centrale, luogo quest’ultimo di vera perdizione, per i golosi affamati, o golosi e basta.

Altra alternavita alla depressione da pasto veloce,  fuori dalla Stazione a due passi, in via Gioberti all’angolo con via Filippo Turati, c’è Santa Maria Osteria Romana, l’ex Ristorante Petrolini che, badate bene, presenta in bella mostra la scritta “specialità in piatti veloci”.

Fa quindi al nostro caso e qui l’idea suggerita è di puntare dritto e senza esitazione su un bel piatto di carbonara disponibile nel menu prediligendo possibilmente un abbinamento con il vino rigorosamente territoriale. Nella carta dei vini del ristorante è presente il Frascati Superiore Eremo Tuscolano di Valle Vermiglia che, se proprio non vi dovesse andare quel golosissimo spaghetto mantecato con pecorino romano, uova e guanciale croccante che ci siamo permessi di consigliarvi di slancio, potreste abbinare anche con un piatto di rigatoni alla gricia, con uno di spaghetti alle vongole oppure con uno di cannelloni ricotta e spinaci ma anche con una grigliata di pesce o dei calamari in padella o con un piatto di saltimbocca alla romana e… comunque mettetevi una sveglia e attenti all’orologio che in compagnia di un buon vino e con buon piatto in accompagnamento, il rischio di perdere il treno si fa molto alto.

Santa Maria Osteria Romana (Ristorante Petrolini) – Via Gioberti 28, Roma – 06 4467297