Un Frascati in religioso silenzio / Eremo Tuscolano su Spirito diVino

Frascati

Da Spirito diVino, N.75 Agosto/Settembre 2016, “Un Frascati in religioso silenzio”, a firma Andrea Gabbrielli, foto di Rosanna Ferraro.

“Il Frascati Superiore Eremo Tuscolano dell’azienda Valle Vermiglia nasce a Monte Porzio Catone, una trentina di chilometri a sud di Roma, nel cuore dei Castelli Romani, dove l’origine vulcanica dei suoli è l’elemento caratterizzante dei territori e dei vini. Infatti questa area è sorta da un cratere secondario del Vulcano Laziale, tuttora attivo sempre quiesciente, ed è per questo che i terreni sono composti, tra gli altri, da materiali piroclastici, tufi marroni, pozzolane rosse e nere, brecce vulcaniche, ideali per la viticoltura di qualità. Il vino deve il suo nome al Sacro Eremo Tuscolano dei Camaldolesi di Monte Corona, un luogo solitario e nascosto, celato da un fitto bosco alle pendici del Monte Tuscolo, da cui dall’alto si domina la periferia sud-est di Roma. [..] Qui, alla fine degli anni 90 entrò in contatto con la comunità religiosa, in occasione di una visita nel corso di una campagna elettorale, Mario Masini, oggi imprenditore agricolo e allora uomo politico. [..]

FrascatiReligiosoSilenzio_2
[..] Qui in questo ambiente incontaminato, in parte racchiuso da un muro di cinta di circa cinque chilometri di protezione, come in un antico clos, sono impiantati i vitigni tradizionali a bacca bianca quali la Malvadia di Candia, la Malvasia puntinata (o del Lazio), il Trebbiano toscano, il Trebbiano giallo e il Bombino bianco che danno vita al blend del Frascati Superiore Eremo Tuscolano. [..] L’altitudine dei vigneti permette di godere di una eccellente ventilazione e di una sensibile escursione termica, anche nel pieno dell’estate, favorendo in questo modo la finezza e l’eleganza del vino. [..]

Frascati
[..] L’obiettivo di Eremo Tuscolano è quello di far risalire la china al Frascati che negli anni 80 e 90 ha vissuto un periodo di decadimento sia dal punto di vista dell’immagine sia da quello qualitativo dovuto anche a disciplinari di produzione poco attenti alla qualità, che hanno emarginato i vini laziali, Frascati in primis, dalle carte dei vini dei locali di un certo rango. [..] Eremo Tuscolano sin dagli inizi della sua vicenda ha cercato di attirare l’attenzione per quelle che sono le sue caratteristiche: si tratta di un vino che affianca a un olfatto aromaticamente speziato, una struttura piena, ricca, equilibrata ed elegante a una suadente piacevolezza, come d’altra parte ci si aspetta da un Frascati degno di questo nome e dunque di qualità, che non teme di conseguenza i confronti più impegnativi. [..]

Frascati


[SCARICA L'ARTICOLO IN PDF]