Ancora Hong Kong per i vini della Tenuta di Fiorano

fiorano rosso

L’asta internazionale di vini ad Hong Kong dell’8 novembre 2015, organizzata dalla Gelardini&Romani Wine Auction, ha registrato un nuovo successo per i vini della Tenuta di Fiorano del Principe Alessandrojacopo Boncompagni Ludovisi.

Il lotto 285, relativo ad una singola bottiglia di Fiorano Rosso 1956, ha fatto salire la febbre agli appassionati di vini storici: partendo da una base d’asta di 1,400 HK$ è stato alla fine battuto a 9,000.00 HK$, pari ad un valore di circa 1.070 euro.

Alessandrojacopo Boncompagni Ludovisi aggiunge questo risultato a quello già ottenuto durante l’asta vini internazionale di Hong Kong svoltasi nell’ottobre del 2013, durante la quale i lotti del Fiorano Rosso 2006 videro più che raddoppiare la quotazione di partenza della Gelardini&Romani.

Già allora fu un grande successo, come ha raccontato Raimondo Romani, uno dei titolari della casa d’aste specializzata nei vini di lusso: “Gli asiatici sono investitori importanti e le alte valutazioni dei vini italiani che qui si spuntano contribuiscono a muovere il mercato e fare da traino al vino italiano. Al momento, il Fiorano di Alessandrojacopo Boncompagni Ludovisi è l’unico vino italiano nel panorama delle etichette di pregio che abbia una prospettiva di crescita molto importante perché è un’etichetta dall’immagine consolidata che poggia su solidi pilastri e ha il prestigio di rappresentare il primo vino italiano di taglio bordolese. Pensiamo anche che l’exploit di ottobre del Fiorano sia solo l’inizio di un grande percorso”.

E il risultato ottenuto a distanza di soli due anni conferma le previsioni positive di Raimondo Romani.


[SCARICA L'ARTICOLO IN PDF]