Vitigni rari: il Rossese Bianco di Amalia Cascina in Langa nella Giornata Nazionale della Cultura del Vino

Rossese Bianco

“Conoscere e valorizzare i vitigni del territorio” è il titolo del convegno con il quale l’AIS Piemonte celebrerà la VII *Giornata Nazionale della Cultura del Vino e dell’Olio il prossimo 13 maggio 2017.

Le mura del Castello Cavour di Santena, in provincia di Torino, uno dei castelli più importanti e ben conservati del Piemonte, ospiteranno l’interessante convegno che vedrà l’intervento della Prof. ssa Anna Schnaider, autorità internazionale nel campo dell’ampelografia.

I vini prodotti dai vitigni più rari del territorio piemontese saranno oggetto della degustazione libera che seguirà il convegno. Tra essi ci sarà anche il Langhe Rossese Bianco Doc prodotto dall’azienda Amalia Cascina in Langa, che ha trovato questo raro vitigno a Monforte d’Alba e lo ha impiantato nei suoi vigneti.

Ecco il programma:

15.00/16.30 – Convegno “Conoscere e valorizzare i vitigni del territorio” con la presenza della Prof.ssa Anna Schnaider
17.00/19.30 – Degustazione libera (nel parco del castello)

In degustazione (ingresso libero):
Baratuciat, Malvasia Moscata, Doux d’Enry, Uva D’Galvan, Gamba di Pernice, Moscato Nero d’Acqui, Nascetta, Pelaverga, Slarina, Timorasso, Uvalino, Albarossa, Rossese Bianco, Preverial, Avanà, Cascarolo, Chatus.

13 maggio 2017
Castello Cavour di Santena (TO)

*La Giornata Nazionale della Cultura del Vino e dell’Olio è organizzata ogni anno dall’Associazione Italiana Sommelier (AIS); è un giorno dedicato a convegni e riflessioni sul vino e sull’olio extravergine d’oliva, straordinario patrimonio culturale del nostro Paese. Si svolge ogni anno in numerose sedi su tutto il territorio nazionale mettendo in connessione sommelier, medici, enologi, storici ed altri esperti con gli appassionati e gli addetti ai lavori e tutti i Soci AIS per discutere e approfondire aspetti legati a quei settori, quello vinicolo e quello oleario, che da sempre rappresentano due motori dell’economia nazionale e motivo di orgoglio di tutta la Penisola.

La manifestazione, giunta alla settima edizione, ha ricevuto fin dal suo esordio la medaglia di rappresentanza dell’allora Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che con questa onorificenza ha voluto sottolineare l’importanza del tema e la sensibilità della massima carica dello Stato per il mondo del vino e dell’olio di qualità e della loro cultura, e gode oggi del Patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali e del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.


[SCARICA L'ARTICOLO IN PDF]