Rocca delle Macìe a Terre di Toscana 3 e 4 marzo a Lido di Camaiore: “sangiovese di statura autorale, complessa e futuribile”, secondo gli organizzatori

Rocca delle Macìe

Nel calendario eventi di Rocca delle Macìe non manca mai il circoletto rosso sulle date di Terre di Toscana, manifestazione annuale di riferimento per i vini toscani, ideata e organizzata dalla testata enogastronomica online L’AcquaBuona diretta dal giornalista Fernando Pardini.

Nel 2019 Terre di Toscana giunge alla sua dodicesima edizione, con oltre 130 aziende presenti e circa 600 vini da assaggiare a disposizione delle migliaia di visitatori che abitualmente la frequentano da qualche anno a questa parte, ed inoltre ospiterà anche i festeggiamenti per il ventennale della testata L’Acquabuona: “In rete da 1999, per amor di terra”, recita il claim descrittivo del sito web.

Quest’anno l’appuntamento è fissato per domenica 3 e lunedì 4 marzo,  come consuetudine all’UNA Hotel Versilia a Lido di Camaiore (LU), e lo staff dell’azienda di Castellina in Chianti presenterà sia i vini delle Tenute di Maremma sia i vini delle Tenute di Castellina in Chianti.

Per “CampoMaccione – Fattoria di Rocca delle Macìe” in rappresentanza della maremma grossetana saranno presentate le nuove annate dei tre vini prodotti in provincia di Grosseto:

In rappresentanza delle tenute di Rocca delle Macìe a Castellina in Chianti ci saranno:

Vi segnaliamo inoltre i motivi per cui, secondo gli organizzatori, è consigliato l’assaggio dei vini di Rocca delle Macìe che saranno presenti al tavolo numero 104:

“La nota cantina di Castellina in Chianti, di proprietà della famiglia Zingarelli, è stata progressivamente rinvigorita negli approcci agronomici per approdare ad un cambiamento stilistico tanto leggibile quanto apprezzabile, vòlto ad esplorare le potenzialità dei vitigni dei luoghi in un’ottica interpretativa più “classica”, dove giusto spazio acquisiscono le sfumature, la versatilità, la finezza e il legame vitigno-terroir. Un percorso che sta offrendo risultati importanti, a partire dal Chianti Classico “annata”, il celebre etichetta viola, in grado di trasmettere brillantemente un’appagante idea di territorio, per arrivare al Chianti Classico Gran Selezione Sergio Zingarelli, in cui il sangiovese acquisisce una statura autorale complessa e futuribile. In crescita di focalizzazione le etichette provenienti dalla tenuta maremmana di CampoMaccione”.

 

*Terre di Toscana è animato da 130 produttori importanti, fra vignaioli di nicchia e marchi di livello internazionale. Uno spaccato unico e irripetibile, da che è raro incontrare nel medesimo contesto nomi tanto prestigiosi, e piacevolmente fruibile grazie agli ampi ed eleganti spazi della location che lo ospita da ormai undici anni. L’evento più significativo a livello nazionale per i vini e i produttori di questa regione, nel 2019 giungerà alla sua DODICESIMA edizione. Altre informazioni su www.terreditoscana.info

 


[SCARICA L'ARTICOLO IN PDF]