Il Piemonte del vino attraverso lo sguardo di un artista

Piemonte

Il Piemonte del vino afferma la sua immagine dinamica e sempre attuale anche quando si tratta di scegliere un’immagine istituzionale che la rappresenti.

E’ successo anche per lo scorso Vinitaly che si è svolto a Verona dal 10 al 13 aprile 2016: la Regione Piemonte ha scelto di affidare l’immagine istituzionale del suo Padiglione ad un’opera di un giovane artista contemporaneo.

La si scelse grazie ad un format di artissima.it che è stato vinto dall’opera della giovane artista Ambra Pittoni: “Abbiamo particolarmente apprezzato il progetto di Ambra Pittoni per la visione originale e immaginifica che propone sul paesaggio e sull’incontro che in esso avviene di azione umana e naturale. La riflessione dell’artista coincide pienamente con la missione del Piemonte verso la cultura del vino e del patrimonio ambientale, con un progetto di grande forza evocativa che trae spunto anche dal linguaggio cinematografico. Il lavoro dell’artista coinvolge in prima persona il visitatore dello stand in uno scenario suggestivo, catapultandolo in un tempo straordinario e indefinito, potenzialmente preistorico ma anche fantascientifico”.

L’arte contemporanea si presta bene a rendere la suggestione di panorami e idee. E’ dello stesso avviso che la famiglia Boffa di Amalia Cascina in Langa a Monforte d’Alba che ha accolto nella sua cantina, soprattutto negli spazi dedicati ai processi produttivi, al riposo dei vini e alla degustazione, opere di alcuni degli artisti più affermati nell’arte contemporanea, locali e nazionali: i piemontesi Gilda Brosio, Renato Brazzani, Rodolfo Allasia, Ugo Nespolo ma anche Emilio Scanavino, Salvatore Scarpitta, Angelo Savelli, Marco Lodola e Mario Schifano.

 


[SCARICA L'ARTICOLO IN PDF]