Una nuova etichetta ma è sempre lui: il Sasyr di Rocca delle Macìe

Sasyr

Il Sasyr, vino di Rocca delle Macìe, l’azienda toscana della famiglia Zingarelli, compie 10 anni e rinnova il suo abbigliamento.

Il Sasyr, vino ad Igt Toscana, fu pensato da Sergio Zingarelli per verificare l’interazione tra il Sangiovese, vitigno d’eccezione dell’areale chiantigiano, e il Syrah, vitigno tipico della valle del Rodano ma che si è acclimatato con ottimi risultati anche in Italia, e in particolare in Maremma per quanto riguarda il mondo Rocca, nella Tenuta Campomaccione in provincia di Grosseto.
Se ne è ottenuto negli anni un prodotto che è riuscito ad unire armoniosamente la freschezza del Sangiovese e le sfumature calde e mature del Syrah.

E’ un vino giovane pensato soprattutto per un pubblico dal palato giovane, che si abbina facilmente a tavola, e per la sua bevibilità e piacevolezza è ottimo anche da solo.

L’etichetta ha una linea pulita dove l’elemento che la caratterizza maggiormente è rappresentato dalla fascia orizzontale in lamina che, da un rosso porpora brillante e profondo, passa a tonalità più calde ed aranciate: il collegamento, appunto, tra le colline senesi e la soleggiata costa toscana, in cui la famiglia Zingarelli ha creduto a partire dal 1998 con l’acquisto della prima tenuta e dove oggi coltiva circa 50 ettari di vigneto.

La scheda tecnica dell’Igt Toscana Sasyr 2014 di Rocca delle Macìe, azienda di Castellina in Chianti in Toscana

Denominazione: Toscana Igt
Vitigni: Sangiovese 60%, Syrah 40%
Gradazione alcolica: 13,5%
Numero di bottiglie prodotte: 400.000 circa

Vigneto di provenienza: Sangiovese da Castellina in Chianti, Syrah dalla Maremma
Tipologia del terreno: sabbia, tufo, scisti argillose, ciottolame
Altitudine del vigneto: circa 330-340 metri slm a Castellina, 100-120 metri slm in Maremma
Età delle vigne al tempo della vendemmia per questo prodotto: 8/10 anni

Sistema di allevamento: cordone speronato
Portainnesto: 110 Richter
Cloni per il Sangiovese: VCR 19, VCR 23 e VCR 30
Numero ceppi per ettaro: 6.000
Resa: 80 quintali per ettaro
Conduzione agronomica: lotta integrata

Epoca di vendemmia: settembre
Vinificazione: le uve sono rigorosamente raccolte a mano e depositate in cassette, operando una prima selezione dei grappoli direttamente in vigna. La vinificazione è svolta in acciaio; il 15% del sangiovese matura in barrique di rovere francese per 6 mesi; il resto del tempo lo passa in bottiglia prima della commercializzazione.

Prima annata prodotta: 2005

Curiosità: il nome Sasyr deriva intuitivamente dalla semplice unione delle prime lettere dei due vitigni che compongono questo vino, Sangiovese e Syrah.

Sasyr