I numeri del Frascati Superiore Docg: crescita costante dal 2012 ad oggi

I recenti dati a disposizione del Consorzio Tutela Denominazioni Vini Frascati sugli imbottigliamenti del Frascati Superiore Docg e il Frascati Superiore Riserva Docg testimoniano un incremento dell’attività dei produttori di vino dei Castelli Romani.

Il dato rilevante è la progressione nel tempo dell’imbottigliato del Frascati Superiore Docg, che con l’annata 2016 ha superato il milione di bottiglie (1.021.000 circa) e che viene prodotto in quasi tutte le cantine; infatti si era a 757.000 bottiglie nel 2015, a 725.000 nel 2014, a 666.000 nel 2013 ed si era solo a 16.500 bottiglie nel 2012, appena dopo la concessione della Docg.

Una energica risposta di tutti i protagonisti della filiera, quindi, che hanno investito impegno e risorse per il riscatto dell’intera denominazione del vino Frascati.

Analoga progressione si è registrata per la tipologia Riserva del Frascati Superiore Docg, tipologia prodotta da almeno 5 aziende vitivinicole di indiscusso livello qualitativo attestato sia sul mercato nazionale sia su quello internazionale, numero di aziende che è destinato ad aumentare, con un incremento da 19.300 bottiglie dell’annata 2013 a circa 50.000 bottiglie per l’annata 2016.


[SCARICA L'ARTICOLO IN PDF]