Life of Wine a Roma: un format vincente / lucianopignataro.it

Life of Wine

Da lucianopignataro.it, 3 novembre 2018, “Life of Wine a Roma: un format vincente”, a firma Antonio Di Spirito

Uno degli eventi più attesi dagli enoappassionati romani è Life of Wine, uno straordinario evento organizzato da Roberta Perna e Marco Ghelfi.

Il format è molto semplice, eppure complesso ed affascinante; complesso, perchè ognuno degli oltre 50 produttori presenta uno o più  vini dell’annata attualmente in commercio; affascinante, perché ogni vino è accompagnato da due o più annate vecchie dello stesso vino.

Quanto vecchie? Beh, questo dipende dalle disponibilità del produttore e dalla anzianità dell’azienda. [..]

[..] il tempo è galantuomo e marca le differenze: talvolta l’annata difficile ha recuperato, altre volte qualche annata “media” si mostra in declino irreversibile, ancorché anticipato.
Ho fatto il percorso sia in un senso, dall’annata più vecchia alla più giovane, che nell’altro verso: non c’è molta differenza e non si può stabilire una regola valida per tutte le “verticali”.
Una cosa che è accaduta spesso: trovare il naturale legame tra “padre” e “figlio” ed immaginare come il giovane, verosimilmente, evolverà.
Un altro aspetto molto emozionante è stato assaggiare dei vini molto vecchi e trovarli in forma smagliante. [..]

[..] La storia di Tenuta di Fiorano è arcinota, anzi sono due storie legate dai luoghi e dal terreno; eppure nei vini si ritrova un filo conduttore unico: tutto merito di Alessandrojacopo Boncompagni Ludovisi, che è riuscito a trovare, con caparbietà e seguendo i “consigli” dello zio Alberico, le giuste impostazioni ad un progetto in continuità con il passato. Il Fiorano Rosso 2013 è un vino molto diretto e centrato con profumi fruttati, note affumicate e balsamiche; il sorso è complesso e succoso, sapido e tannico, molto misurato ed in ottimo equilibrio. Le vecchie annate sono rappresentate dalla 2003 (probabilmente la prima del nuovo corso) e la 1987. Anche con questo vino mi son dovuto accontentare del fondo di bottiglia, ma ne è valsa la pena: ancora floreale e fruttato al naso, il sorso offre una trama fitta e succosa, la freschezza è viva, come pure il tannino ed in chiusura offre nota di liquirizia e di spezie fini. [..]

 


[SCARICA L'ARTICOLO IN PDF]