L’Eremo Tuscolano 2017 è un vino di “gustosa finezza” e “uno dei migliori assaggi della denominazione”/ Corona Vinibuoni d’Italia 2019

eremo tuscolano

Il Frascati Superiore Eremo Tuscolano 2017 di Valle Vermiglia è stato premiato con la Corona* dal panel dei degustatori della Guida Vinibuoni d’Italia 2019, la guida ai vini da vitigni autoctoni edita dal Touring Club.

Di seguito le motivazioni che hanno spinto i degustatori ad attribuire al vino di Mario Masini, prodotto nelle vigne panomiche sul monte Tuscolo, attorno al Sacro Eremo dei monaci camaldolesi coronesi, il massimo riconoscimento. Si legge sulla Guida Vinibuoni d’Italia 2019:

“I vigneti sono ubicati nel comune di Monte Porzio Catone e si estendono sui terreni incontaminati appartenenti all’ordine dei Camaldolesi di Monte Corona, laddove un tempo si trovava l’antica necropoli. Il progetto aziendale prevede la coltivazione dei vitigni autoctoni della Docg al fine di esaltare il legame con il territorio e per evidenziare le caratteristiche e la bevibilità dei vini locali. Meritata la Corona per il Frascati Superiore Eremo Tuscolano 2017, da diversi anni considerato uno dei migliori assaggi della denominazione. Nel caso specifico, si impone per freschezza e salinità, con guizzi di estrema piacevolezza in un bel finale fruttato e di mandorla. Da menzione la gustosa finezza espressa”.

*“I vini della Corona sono i vini italiani dell’eccellenza, scelti con voto palese di maggioranza nella sessione finale di degustazione a commissioni riunite su scala nazionale. Sono dunque vini che hanno entusiasmato per l’assoluta espressione del vitigno e del territorio di appartenenza, per la gamma aromatica, per il corpo e l’armonia. Vini di forte identità, il cui ricordo rimane impresso con la capacità di emozionare a lungo”.


[SCARICA L'ARTICOLO IN PDF]