La vera nobiltà non nasce tutti gli anni | Il Barolo Bussia 2013 di Amalia su il venerdì di Repubblica

Barolo Bussia 2013

Da il venerdì di Repubblica, 29 settembre 2017, “La vera nobiltà non nasce tutti gli anni” – La Bottiglia – Barolo Bussia 2013

“La cascina è dei primi anni del Novecento. La famiglia Boffa arriva in Langa dalla Liguria. Gigi, il padre, una vita nel settore delle costruzioni, è il jolly. Maria Angela, sua moglia, si occupa del B&B, il figlio Paolo del vino. Completano la squadra l’enologo Piero Ballario e l’agronomo Gian Piero Roma. All’azienda, nata nel 2003, è rimasto il nome dell’antica proprietà, che un tempo coltivava solo Barbera e Dolcetto. Ristrutturata la cascina, in parte diventata B&B, costruita ex novo la cantina che accoglie il frutto dei nuovi vigneti, sono stati acquistati i crus mitici di Monforte: Bussia e Le Coste. Vini prodotti dai 14 ettari: un Rossese bianco, Dolcetto e Barbera d’Alba (anche Superiore), Nebbiolo (uno base, più due dai crus). Il Bussia cresce su terreni (arenarie sabbiose) esposti a sudovest ed è prodotto solo nelle grandi annate. Sua culla la vigna Fantini, a 450 metri, da viti vecchie dieci anni. Matura in botti da 26 ettolitri per due anni, segue affinamento in vetro. Intenso il colore rubino-granato, profuma di frutti di bosco e petali di rosa, cacao, terra umida, vago tabacco. Sapore aristocratico, strutturato, ricco e complesso [..]”.

Barolo Bussia 2013


[SCARICA L'ARTICOLO IN PDF]