Il carbonaro, la Carbonara e l’Eremo Tuscolano a Campo de’ Fiori a Roma

Lo storico ristorante La Carbonara a Campo de’ Fiori a Roma, specializzato in piatti romani, porta nel suo nome la storia centenaria della famiglia Salomone, ancora proprietaria dell’attività nata nel 1912.

Federico Salomone era un carbonaio del Rione Ponte, e la moglie Domenica contribuiva all’economia familiare cucinando per chi lavorava in zona. Pochi tavoli in un vicino locale con cucina divennero poi una osteria dove si servivano i vini dei Castelli, alla quale Domenica, diventata troppo presto vedova, diede il nome de “Il Carbonaro” in onore del marito.

Superato il difficile periodo della guerra, e con la cucina nel sangue, la figlia Andreina aprì, insieme alla madre una trattoria in piazza Campo dei Fiori continuando la tradizione dei piatti romani, e la chiamarono “La Carbonara”.  Divenuto ormai un punto di riferimento rispetto ai continui apri e chiudi di attività di ristorazione che si avvicendano tutt’intorno, il centenario ristorante rimasto fedele a se stesso propone la cucina tradizionale romana nella sua atmosfera di vera osteria romana. Piatto forte del menu, ovviamente, la mitica Carbonara, considerata una delle migliori dieci di Roma dal Gambero Rosso.

Nel menu poche deviazioni dal tema della gastronomia capitolina, piatti che incontrano favorevolmente l’abbinamento a vini che incarnano la tradizione della campagna romana, come in questo caso il Frascati Superiore Docg Eremo Tuscolano dell’azienda Valle Vermiglia di Monte Porzio Catone, a pochi chilometri dalla Città Eterna.

Numerose le possibilità di godimento enogastronomico: tra le molte preparazioni il consiglio è di optare per i fiori di zucca fritti con mozzarella e alici, il filetto di baccalà o, volendo azzardare, un’insalata con carciofi, guanciale croccante e pecorino come antipasto; pasta alla carbonara, paccheri alla gricia, tonnarelli cacio e pepe, spaghetti alle vongole veraci, linguine con cozze e broccoli, pasta e broccoli con brodo di pesce per il primo piatto; si può concludere con le animelle d’abbacchio ai ferri, i saltimbocca alla romana e per i “gastro-coraggiosi” il fritto di cervello e carciofi. Tutti piatti che sposano senza temere il Frascati Superiore Docg.

C’è da divertirsi.

Ristorante La Carbonara – Piazza Campo de Fiori 23, Roma –  06 6864783