Barolo 2014 Amalia Cascina in Langa / Scheda tecnica

Barolo 2014

La scheda tecnica del Barolo 2014 di Amalia Cascina in Langa, azienda di Monforte d’Alba nella Langa del Barolo in Piemonte

Denominazione: Barolo Docg
Vitigni: Nebbiolo 100%
Gradazione alcolica: 14%

Vigneto di provenienza: vigneto Fantini, 2 ha nella Bussia di Monforte d’Alba, e un ettaro nel vigneto Le Coste di Monforte.

Tipologia del terreno: “Fantini” in località Bussia, caratterizzata da Arenarie di Diano del periodo Tortoniano ad elevata percentuale sabbiosa.  “Le Coste” di Monforte, ultime colline del Barolo verso Serralunga, terreno marnoso-argilloso e molto calcareo appartenente alla Formazione di Lequio del periodo Serravalliano/Tortoniano

Altitudine del vigneto: circa 450 metri per il vigneto Fantini; circa 400 per l’ettaro a Le Coste
Età delle vigne: vigneto Fantini alla Bussia impiantato nel 2007, vigneto Le Coste impiantato nel 1982
Esposizione delle vigne: ovest nel vigneto Fantini; est-sud est per Le Coste

Sistema di allevamento: guyot
Numero ceppi per ettaro: 5.000
Resa: 40 quintali per ettaro
Conduzione agronomica: lotta integrata

Epoca di vendemmia: fine ottobre
Vinificazione: le uve vengono raccolte manualmente in cassetta e avviate immediatamente alla vinificazione. Dopo la diraspapigiatura e l’avvio della fermentazione inizia la macerazione a cappello emerso con rimontaggi giornalieri per proseguire a fine fermentazione a cappello sommerso per un totale di circa 20 giorni. Fatti i primi travasi necessari alla sfecciatura del vino giovane si fa eseguire al vino la fermentazione malolattica, indispensabile per un grande rosso. A questo punto inizia la maturazione in botti di medie dimensioni (26 HL) per 24 mesi, segue, poi, l’affinamento in bottiglia.

Nota per l’annata 2014: le uve Nebbiolo trovano la loro massima espressione nel Barolo, un vino della tradizione che rappresenta al meglio il patrimonio enologico italiano nel mondo.
La 2014 è stata una annata climaticamente difficile: molto fredda e piovosa.
L’Azienda ha quindi deciso, per poter mantenere il suo livello di qualità sempre elevata dei Barolo, di non vinificare separatamente i cru ma di produrre un unico grande vino con le migliori uve dei vigneti Fantini nella MGA “Bussia” e dei vigneti nella MGA “Le Coste di Monforte”.

 


[SCARICA L'ARTICOLO IN PDF]