Annate storiche di Fiorano Rosso in assaggio ad extraLucca / 18 febbraio 2017

Fiorano Rosso

Il Fiorano Rosso della Tenuta di Fiorano sarà tra gli ospiti d’onore in rappresentanza del vino nel programma di extraLucca, manifestazione di riferimento per cibo e olio extravergine di oliva di qualità della Penisola, che si svolgerà venerdì 17 e sabato 18 febbraio 2017 a Lucca.

La verticale del vino Fiorano Rosso della Tenuta di Fiorano del Principe Alessandrojacopo Boncompagni Ludovisi andrà in scena sabato 18 febbraio dalle ore 14 alle ore 15 nella Sala Accademia presso il Palazzo Ducale di Lucca.

Per l’occasione usciranno dalla cantina storica di Via di Fioranello 19 ben 5 annate del Fiorano Rosso, vino simbolo della storia come viticoltori della famiglia Boncompagni-Ludovisi.

Saranno presentate in degustazione le annate 1987, 1990, 2006, 2010, 2011 di Fiorano Rosso per le quali vi riassumiamo qui di seguito il relativo andamento climatico di ciascuna sino alla vendemmia.

2011
Ricordiamo un mese di marzo molto piovoso che ha fornito buone riserve idriche per lo sviluppo vegetativo, alle quali si è aggiunta l’ottima piovosità di luglio: condizioni che hanno conferito alla pianta molta energia. Seguì un agosto completamente asciutto che anticipò una bella vendemmia perché non ci fu alcun fenomeno piovoso per tutto il suo periodo. Si è raggiunto un perfetto stato di maturazione ed un buon equilibrio grazie anche a temperature sotto la media nel mese di luglio. E’ un’annata che si porta dietro un buon corredo di acidità.

2010
Prima annata di Lorenzo Costantini in azienda, arrivato a Fiorano nel periodo appena precedente la vendemmia per risolvere dei piccoli problemi legati all’oidio che si affacciò in quell’annata a causa delle ottime condizioni climatiche. Infatti il paradosso vitivinicolo vuole che migliori sono le condizioni climatiche (ventosità, assenza di pioggia, temperature elevate, bassa umidità relativa dell’aria) maggiori sono le probabilità di diffusione della malattia. Anche durante la vendemmia il clima rimase asciutto e in assenza di piogge. Si è rivelata un’annata di ottimo livello sia quantitativo sia qualitativo, con vini rossi dai colori molto intensi e vivi e di buona struttura.

2006
Annata che si ricorda per essere stata molto asciutta: da marzo e sino a fine agosto infatti ha piovuto pochissimo. Pertanto lo sviluppo vegetativo è rimasto al di sotto della media e quindi si è ottenuta alla fine una quantità inferiore di raccolto ma, di contro, lo stato sanitario delle uve in vendemmia fu più che buono visto che in assenza quasi totale di pioggia non si registrarono attacchi di peronospora. Le uve sono state portate in cantina con un’ottima concentrazione zuccherina.

1990
Annata che fu considerata in tutta la Penisola di carattere eccezionale, capace di vini complessi, di grande struttura e di notevole longevità. Un caposaldo nella storia aziendale.

1987
Annata irregolare al centro Italia con andamento climatico negativo che si abbattè in piena vendemmia subito dopo la raccolta delle varietà precoci, tra cui il merlot. Una sorpresa alla prova del tempo.

Tutti i dettagli per partecipare ad extraLucca e alla verticale della Tenuta di Fiorano su extralucca.it

 


[SCARICA L'ARTICOLO IN PDF]